ZANE' DECIMATO CHIUDE LA COPPA CON LA VITTORIA

Stampa
PDF

Fiato sospeso per Ballico. Baggio, Top Score a muro.

Positiva la gara del Baby Brazzale.

Gara di ritorno Coppa italia a bolzano Baggio 2
      AVS MOSCA BRUNO          BOLZANO      0
 
         ASD OLIMPIA ZANE'   3                   
 
AVS MOSCA BRUNO : Baratto 8, Bleggi 3, Bortalametti 6, Folie 9, Goetsch 1, Irti 0, Mosaner 3, Preti 0, Sabellin17, Cescatti ( libero ) 0, Brillo n.e, Canazza  n.e. Allenatore : Burattini. 
 
 
ASD OLIMPIA : Ballico 15, Baggio 14, Brazzale 12, Roman 2, Simonato 3, Alberton 1, Campagnaro 3, Manfron ( libero ) 0, Sartore n.e. Allenatore : Soliman
 
PARZIALI : 24-26 / 21-25 / 24-26
 
ARBITRI : Schiraldi (TN), Fellin (TN) 
 
Nella Foto : Andrea Baggio
 
Bolzano 12 ottobre 2013
 
L' Olimpia ancora decimata, chiude la Coppa Italia al penultimo posto. Vittoria, ininfluente per la classifica ma ottima per il morale, riesce in tre set ben giocati a riscattare l' opaca prestazione fatta nel girone d' andata. A Bolzano, Soliman mette in campo al posto dei piu' quotati Dalla Libera e Poletto lasciati a riposo, il giovane Gianni Brazzale classe 1995. Il baby dopo qualche momento di tentennamento iniziale, riesce a  registrare la ricezione e in attacco mette in saccoccia punti importanti.Attimi di paura verso la fine del primo set che tiene tutta la squadra con il fiato sospeso, quando Ballico cade a terra dolorante a un ginocchio causato da uno scontro sotto rete con un giocatore avversario. Nulla di grave solo una contusione, il gioco riprende. Il centrale di Zane' Andrea Baggio ( Top Score a muro della serata con 7 muri-punto sul suo tabellino)  non lascia scampo agli avversari e l' Olimpia si aggiudica i primi due parziali. Nell' ultima frazione di gioco Soliman toglie dal campo l' alzatore Alberton e inserisce Campagnaro che tiene egregiamente il campo. Il Mosca Bruno prova la volata e la mantiene fino al 23 a 20, grazie agli attacchi-punto dell' opposto Sabellin. I vicentini non mollano e si riportano in parita', alla fine un ace di Campagnaro e un bel diagonale di Ballico chiudono la Coppa.