L' OLIMPIA COME L' ARABA FENICE....

Stampa
PDF

L' Olimpia come l' Araba Fenice risorge dalle sue ceneri.

Vittoria importante per il morale. L' allenatore del Fresko

Ambrosi si prende prima un rosso e poi l' espulsione.

FRESKO OLIMPIA FRESKO EST VOLLEY  VR        2
 
ASD OLIMPIA ZANE'      VI         3
 
FRESKO EST VOLLEY : Hueller 9, Lunardini 2, Marchi 0, Marinelli 0, Martinelli 3, Persona 7, Pozzani 1, Thompson 2, Veronese 20, Zanella 19, Alloro ( libero ) 0, Bona Veggi n.e. 1° Allenatore : Ambrosi. 2° Allenatore : Piccoli.
 
Battute punto : 4, battute sbagliate :14, muri punto : 6. 
 
OLIMPIA ZANE' : Casalin 7, Poletto 11, Dalla Libera 10, Roman 11, Ballico 14, Alberton 3, Simonato 0, Campagnaro 0, Brazzale 2, Manfron ( libero ) 0, Sartore n.e. Allenatore : Soliman.
 
Battute punto : 0, battute sbagliate : 10, muri punto : 12.
 
PARZIALI : 21-25 / 25-20 / 25-17 / 22-25 / 6-15 
 
ARBITRI : Boscato (MN), Abastanotti (BS) 
 
Nella Foto : Roman Alberto
 
San Bonifacio, 16 novembre 2013
 
Nell' articolo precedente ci siamo lasciati con la speranza di ritornare da San Bonifacio con qualcosa nel sacco. L'obbiettivo e' stato raggiunto, vittoria e due punti in classifica ridanno animo a tutto il gruppo ancora in sofferenza per la mancanza di alcuni atleti e per la forma fisica non ancora al top. La sfida e' diventata ormai una classica, fra due formazione, che gia' nel campionato precedente, si sono date battaglia e finite sempre al tie break. Le prime schiacciate dell' opposto Ballico danno il vantaggio all' Olimpia, dall'altra parte della rete l' opposto Hueller che tanto ci ha fatto penare nella passata stagione non riesce ad essere incisivo in attacco, il Fresko si disorienta e commette molti errori, infine il muro punto di Alberton consente ai vicentini di conquistare il 1° set. Tutto lascia a pensare che sia la serata giusta ma la tenuta fisica incomincia a cedere. L' attacco diventa piu' debole e la battuta dello schiacciatore Zanella mette in difficolta' la ricezione degli ospiti. E' ancora Zanella prima al servizio e poi in attacco a dettare legge. Soliman prova a fermare i padroni di casa chiamando tempo, prima sul 15 a 19 e poi sul 19 a 23 ma il risultato non cambia e il 2° parziale e' dei veronesi. Nella 3^ frazione di gioco l' Olimpia sprofonda dentro a un buco nero. Nessun fondamentale raggiunge la sufficenza e Soliman le prova tutte : toglie dal campo Poletto e inserisce il giovane Brazzale, Campagnaro al posto dell' alzatore Alberton, poi chiama tempo sul 9 a 17 ma le sorti del set non cambiano e il Fresko chiude. Ma l' Olimpia e' come l' Araba Fenice e risorge dalle sue ceneri.Nel quarto parziale Zane' rientra in campo determinato, l' esperienza in attacco di Dalla Libera e i primi tempi di Roman ridanno fiato ai ragazzi di Soliman. L' Est Volley prova con la coppia di schiacciatori Veronese e Zanella a sfondare in attacco ma la difesa dell' Olimpia e' attenta, infine un  diagonale di Capitan Dalla Libera porta i suoi compagni al quinto set. Per tutta la gara le continue proteste dei veronesi nei confronti della coppia arbitrale sono arrivate al culmine all' inizio del tie break. Il primo punto all' Olimpia viene dato per un rosso preso dall'allenatore di casa, Ambrosi, poi in successione i due muri- punto di Poletto sull' opposto Hueller  e i successivi due muri punto del centrale Casalin portano Zane' prima sul 5 a 0 e al cambio di campo 8 a 2. Le proteste di Ambrosi aumentano costringendo il 1° arbitro a estrarre i cartellini giallo e rosso che comportano l' espulsione dal campo. Il Fresko ne risente e l' Olimpia mantiene il vantaggio. L' ultimo attacco di Hueller e' fuori campo e Zane' puo' alzare le braccia per questa meritata vittoria.