COPPA VENETO: "IL GIOCO NON SI FA DURO", ZANE' LASCIA L'ANDATA AL CORNEDO

Stampa
PDF

Poco entusiasmo e poche idee affondano Zane'.

OLIMPIA ZANE'             0

POL. CORNEDO            3
 
OLIMPIA ZANE': Roman ne., Poletto 6, Brazzale 12, Confente ne., Munaretto 1, Ruaro 0, Alberton 2, Casalin 5, Vallortigara 5, Ballico 1, Baggio 7, Manfron (1°L) 0, Simonato (2°L) ne.1° Allenatore: Cecchinato, 2° Allenatore: Burato
Battute punto: 1, battute sbagliate: 4, muri punto: 10
 
POL. CORNEDO: Bicego ne., Filippi 3, Marangon 7, Formilan 3, Rossi ne., Bertoldi ne., Faggiana 5, Ferrari 1, Tovo 14, Signorin 12, Marcante ne., Visonà (1°L) 0, Albertin (2°L) ne. 1° Allenatore: Meneguzzo, 2° Allenatore: Albertin
Battute punto: 4, battute sbagliate: 7, muri punto: 5
 
PARZIALI: 22-25 / 15-25 / 17-25
 
ARBITRI: Maran (PD), Badan (PD)
 
Zanè, 17 febbraio 2016
Nel pre-partita avevamo iniziato con una frase famosa "Quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare" e i presupposti c'erano tutti perché ne uscisse una bella gara. Vincere in casa voleva dire andare a Cornedo con la consapevolezza di essere a un passo dalla finale. Così non è stato! L'Olimpia non fa tesoro della sconfitta subita in campionato e, senza entusiasmo e con poche idee, lascia la vittoria al più motivato Cornedo. Ora Zanè, solo con un miracolo, anche se per la matematica tutto è possibile, potrà ottenere l'accesso alla finale. Il primo set inizia male, sul 0 a 4 Cecchinato chiama il primo tempo, la squadra reagisce e per ben due volte si riporta in parità. Sul 19 pari, l'Olimpia commette alcuni errori e permette agli avversari di portarsi sul 22 a 19. Chiude il set la diagonale vincente del laterale avversario Signorin. Nel secondo parziale, l'Olimpia non reagisce e subisce un pesante distacco. Cecchinato toglie dal campo l'opposto Ballico per Vallortigara e alterna in regia Alberton con Ruaro, ma la svolta non arriva e il set è del Cornedo. Nell' ultima frazione di gioco il copione non cambia, l'attacco è debole, gli errori si susseguono e la gara è vinta dal Cornedo.