IL FAIZANE' DEBUTTA CON LA VITTORIA

Stampa
PDF

Campionato anomalo. Vittoria che dà ossigeno.

zane valsugana 29 10 16

FAIZANE'   VI                        3

VALSUGANA VOLLEY  PD   0
 
FAIZANE': Roman 0, Poletto 10, Dalla Fina 1, Brazzale 6, Confente n.e, Rebeschini 5, Casalin 7, Dalla Costa n.e, Filippi n.e, Ballico 15, Manfron (L) 0. Allenatore: Soliman.
 
Battute punto: 3, battute sbagliate: 5, muri punto: 6.
 
VALSUGANA VOLLEY: Ballan n.e, Malavasi 0, Scanferla 6, Denegris 6, Zotta 0, Canton 13, Di Pietro 2, Todaro 2, Dainese 9, Ceradini 0, Grigoletto (1°L) 0, Ferrari (2°L). Allenatore: Valerio.
 
Battute punto: 1, battute sbagliate: 6, muri punto: 6
 
Parziali: 28-26 / 25-17 / 25-23
 
Arbitri: Gioia (VR), Jah Madi (VR) 
 
Zane' 29 ottobre 2016
 
E' partito il nuovo campionato anche se molto anomalo rispetto agli anni scorsi.La crisi economica e la scarsità di giocatori lo ha ridotto a 11 squadre per girone, con la novità, che era già nell'aria, la rinuncia per problemi societari del Volley Cessalto. Tutto questo porterà ad un aumento delle giornate di riposo ma sopratutto si ridurrà la forbice tra chi lotta per la promozione e la retrocessione. Anche questo fa parte dello sport, per il momento come recita il proverbio "Chi ben comincia è a metà dell'opera" e il 3 a 0 rifilato ai giovani del Valsugana Volley( seconda squadra della quotata serie B) rida' ossigeno al FAIZANE' dopo l'eliminazione in Coppa Veneto. Partenza bruciante per i ragazzi di Soliman con l'opposto Ballico cecchino micidiale in attacco, porta Zane' sul 12 a 8. Dall' altra parte della rete ci prova l'opposto Canton e l'aggancio arriva sul 18 a 18 una mano la danno anche i molti errori dei padroni di casa. Si va avanti punto su punto fino ai vantaggi, il punto a muro del centrale Rebeschini porta l'Olimpia sul 25 a 24, sembrava ormai fatta ma il Valsugana non demorde e resta incollato al Fai.Le castagne dal fuoco le toglie il pallonetto fatto da Ballico che porta Zane' sul 28 a 26.La partenza del secondo set non e' delle migliori i primi 7 punti degli avversari cinque sono errori dei vicentini, ma il vento gira e i muri del centrale Casalin danno un buon vantaggio sugli avversari.Il Valsugana perde fiducia e la palla fuori del laterale Dainese regala l'ultimo punto del set a Zanè.Nell'ultimo set è ancora il Fai a condurre fino al 15 a 11, poi ritornano gli errori e il 15 a 15 ridà fiducia al Valsugana e l'Olimpia deve sudare, per riuscire a chiudere la gara ai vantaggi.