IL FAIZANE' VINCENTE A MESTRE CONTRO L'AGORA'

Stampa
PDF

Squadra in crescita, premia il lavoro di Soliman.

Agorà  faizanè  19 11 16
AGORA' VOLLEY MESTRE  VE     1
 
FAIZANE'  VI                                 3
 
AGORA' VOLLEY: Prataviera 4, Ribon 3, Shadi 9, Basso 2, Semenzato 0, Scarfì 3, Babetto 16, Girotto 3, Agnoletto 0, Breda 13, Marchese 0, Siviero (1°L) 0, Fornasini (2°L) 0. Allenatore: Polesel.
 
Battute punto: 4, battute sbagliate: 9, muri punto: 8.
 
FAIZANE': Roman 1, Poletto 15, Dalla Fina 0, Brazzale n.e, Confente 4, Rebeschini 8, Casalin 11, Filippi 3, Ballico 15, De Giorgio 0, Manfron (L) 0. Allenatore: Soliman 
 
Battute punto: 5, battute sbagliate: 7, muri punto: 4.
 
PARZIALI: 13-25 / 22-25 / 25-19 / 18-25
 
ARBITRI: Longo (RO), Berto (PD).
 

Trivignano 19 novembre 2016
 
Non possiamo dire che quello che ne uscirà sarà come il "David di Michelangelo" ma dal blocco di marmo iniziale,il paziente lavoro di Soliman sta dando forma alla squadra.A Trivignano contro la giovane formazione dell'Agorà con un solo giocatore d'esperienza, l'opposto Babetto, la FaiZanè ha dimostrato in più occasioni sicurezza tecnica ed agonistica. Nel primo set la buona battuta dell'Olimpia mette in difficoltà la ricezione dei liberi Siviero e Fornasini, tanto da costringere l'allenatore Polesel ad alternarli per tutta la durata del parziale. Zanè padrone del campo riesce a mantenere gli avversari ad una distanza di 4/5 punti, il primo tempo di Casalin chiude la prima frazione di gioco.Nel finale di set c'è spazio anche per il giovane centrale De Giorgio classe 1999. Nel secondo set l'Agorà forza il servizio con la battuta in salto del laterale Breda, mentre in attacco l'alzatore Scarfì serve l'esperto Babetto che va molte volte a segno, il Fai subisce il buon momento degli avversari e va sotto di tre punti 11 a 14.Due muri del centrale Rebeschini e gli attacchi degli esperti Poletto e Ballico riportano in avanti l'Olimpia. Il tempo sul 16 a 20 chiamato da Polesel non da la svolta e il Fai incamera il primo punto. Le quattro battute consecutive sbagliate dal Faizane' all' inizio del terzo parziale danno il vantaggio che carica i veneziani. In due momenti sul 10 a 14 e sul 17 a 20 i time out di Soliman tentano di fermare l'Agorà senza successo. Il set perso mette apprensione al Fai e i primi punti del quarto set sono per i padroni di casa che vanno in vantaggio per 9 a 5, da questo momento Zanè riprende in mano le redini della gara, si riporta in vantaggio e accelera.Le battute di Roman complicano la ricezione avversaria e la piazzata vincente dell' alzatore Filippi chiudono la gara.