MONTEVOLLEY METTE PAURA AL FAIZANE'

Stampa
PDF

Gara molto difficile contro l'ultima in classifica.

FaiZane  Montevolley 25 03 17

FAIZANE'  VI                3

 
MONTEVOLLEY  TV    0
 
 
FAIZANE': Roman 6, Poletto 10, Dalla Fina n.e, Brazzale 2, Confente n.e, Rebeschini 6, Casalin 11, Dalla Costa n.e, Filippi 1, Ballico 12, De Giorgio n.e, Simonato (1°L) 0, Dalla Libera (2°L) n.e. Allenatore: Soliman.
 
Battute punto: 3, battute sbagliate: 7, muri punto: 4.
 
 
MONTEVOLLEY: Cietto 5, Gatto 2, Martignago n.e, Loat 0, Sanson 15, Positello n.e, Bortolin 1, Carfora 12, Bonisiol 7, Amadio (L) 0. Allenatore: Aversa
 
Battute punto: 4, battute sbagliate: 8, muri punto: 3.
 
PARZIALI: 25-11 / 25-23 / 27-25
 
ARBITRO: Surace (VE)
 
 
 
Zanè, 25 marzo 2017
La partenza dell'incontro è tutto secondo il copione, il FaiZanè, da primo della classe, impone il proprio gioco e il Montevolley non oppone nessuna resistenza. Aversa interrompe il gioco in due occasioni sul 5 a 11 e sul 8 a 16, ma gli effetti non si vedono e nella tranquillità più assoluta il set si chiude per il Fai con il risultato di 25 a 11.
Quando dai tutto per scontato alla fine le sorprese escono. 
Nel secondo parziale il Montebelluna ancora pieno d'orgoglio nonostante la classifica, rientra in campo trasformato. Aversa cambia l'alzatore Loat con Cietto e subito è un'altra gara. La battuta di Cietto mette in difficoltà la ricezione dei padroni di casa, il gioco è scontato e per gli schiacciatori Sanson e Carfora è tutto più facile andare a punto. Il vantaggio di 9 a 6 e poi di 12 a 9 mette in evidenza lo sbandamento del Fai.Il time out di Soliman arriva nel momento giusto e la reazione c'è. Capitan Poletto si fa sentire in attacco e aiutato dall'esperto Ballico riprendono gli avversari sul 13 pari grazie anche al rosso preso dall'opposto Bonisiol per una parola di troppo.Le emozioni non finiscono ed è ancora il Montevolley a riprendere la corsa e si porta in vantaggio 22 a 19. Ma la sorte non è con loro. 
 
 L'arbitro fischia all'alzatore Cietto tre doppie consecutive ed è ossigeno per Zanè. Il pareggio motiva i ragazzi di Soliman che riguadagnano il vantaggio. La piazzata sul muro di Ballico chiude questo travagliato parziale.
 Anche nell'ultimo set, a testa bassa, il Montebelluna continua a giocare e mette più volte in difficoltà la ricezione di casa e lo svantaggio di 17 a 21 mette l'ansia a tutti. Da questo momento lo spirito della squadra operaia esce allo scoperto. Casalin infermabile al centro e Poletto a lato si riportano sotto. Il muro punto di Roman riporta le squadre in parità 24 a 24. Si prosegue ai vantaggi e i due errori in attacco degli avversari danno la vittoria al FaiZanè.
Ora ci attende un nuovo turno di riposo in attesa della sfida molto importante di sabato 8 aprile al Palasport di Zanè contro il Portogruaro, terza forza del campionato con la voglia di portarsi ai primi posti.