COPPA VENETO:SUPERATO IL SOTTOMARINA,ORA IL FAIZANE' E' AI QUARTI

Stampa
PDF

Gara sempre in mano a Zanè. Kuadrifoglio Volley il prossimo

avversario.

baggio  2 FAIZANE'                                         3

ROMPLASTICA SOTTOMARINA    0
 
FAIZANE': Roman A. 0, Poletto 11, Manzardo 0, Confente ne, Rebeschini 7, Roman F. 11, Casalin 3, Baggio 10, Migliorin 6, Dalla Costa 0, Niero 3, Manfron (1°L) 0, Simonato (2°L) ne. 1° allenatore: Soliman, 2° allenatore: Pettinà
Battute punto: 5, battute sbagliate: 4, muri punto: 6
 
ROMPLASTICA: Marchesan 3, Tiozzo M. 0, Tiozzo A. 2, Scuttari L. 0, Sibour 3, Scuttari D. 7, Scuttari A. 0, Penzo 1, De Bei E. 0, Scarpa 0, Gibin (1°L) ne, De Bei A. (2°L) 0.
1° allenatore: Zambonin, 2° allenatore: Criscenti
Battute punto: 1, battute sbagliate: 4, muri punto: 1
 
PARZIALI: 25-7 / 25-15 / 25-13
 
ARBITRO: Tsaneu (VI)
 
Nella foto: Andrea Baggio
 
 
Zanè, 1 novembre 2017
Tutto liscio per il FaiZanè che accede ai quarti di finali di Coppa Veneto battendo in casa il RomPLastica di Sottomarina. Gara ad eliminazione diretta che permette ai ragazzi di Soliman di disputare la prossima gara ancora in casa. La formula resta come gli Ottavi, partita secca: chi vince passa, chi perde è eliminato. 
Il divario tecnico e fisico tra le due formazioni ha permesso ai padroni di casa di gestire con tranquillità ogni fase dell'incontro.
1°Set: la ricezione e l'attacco degli ospiti, più volte in affanno, ha permesso al FaiZanè di prendere il largo. In particolare con i punti messi a segno dal centrale di casa, Andrea Baggio: migliore realizzatore del parziale con 7 punti.
2° Set: non cambia di molto la seconda frazione di gioco: solo nei punti iniziali il Sottomarina riesce a tenere testa a Zanè fino al 4 a 4, ma la maggior caratura tecnica di Niero e compagni riporta in vantaggio la squadra di casa. Zambonin, coach avversario, prova a interrompere la striscia positiva sul 5 a 10, senza però ottenere l'esito sperato.
3° Set: l'andamento di questo set è come quello dei precedenti. L'attacco del Fai è nettamente superiore a quello avversario e la gara si chiude in poco più di un'ora. 
Superato questo scoglio ora il gioco si fà più duro e l'appuntamento è per fine gennaio contro il Kuadrifoglio CSD Volley, avversaria anche in Campionato.