IL FAIZANE' DOPO UNA DURA BATTAGLIA TOGLIE L'IMBATTIBILITA' AL DE MAS

Stampa
PDF

Il Da Mas ricco di ricordi. Belluno aggressivo e determinato.

DA ROLD LOGISTICS BELLUNO    2

FAIZANE'  VI                                     3
 
DA ROLD BELLUNO: Zanolli12, Menegazzo 0, Bez n.e, Tollardo 0, Da Pian n.e, Possamai 6, Gasperini 9, Martinez 8, Murer 11, Foroni 16, Talamini 1, Altoè (1°L) 0, Schiano (2°L) 0.1°Allenatore: De Battista, 2°Allenatore: Nesello.
 
Battute punto: 5, battute sbagliate: 12, muri punto: 9.
 
FAIZANE' : Roman A. 0, Poletto 11, Manzardo 0, Confente 0, Rebeschini n.e, Roman F. 23, Casalin 7, Baggio 15, Migliorin 0, Sgrò 9, Niero 7, Manfron (1°L) 0, Simonato (2°L) n.e. Allenatore: Soliman.
 
Battute punto: 6, battute sbagliate: 13, muri punto: 12.
 
Parziali: 25-18 / 13-25 / 19-25 / 25-23 / 11-15
 
Arbitri: Bragato (TV), Fior (TV)
Festa in birreria a pedavena 10 02 18
 
Belluno 10 febbraio 2018
E' sempre una grande emozione ritornare al De Mas, arena di epiche battaglie, in particolare quella della stagione sportiva 1997/1998 che portò l'Olimpia Zanè alla storica promozione in B2. Oggi un altro Belluno, ma la mentalità resta la stessa, non mollare mai e lo conferma l'imbattibilità in casa mantenuta per quasi due anni.Ci ha pensato il FaiZanè a chiudere questa serie positiva portando a casa una vittoria molto sofferta per 3 a 2.
Tutti temevamo questa formazione, all'andata aveva strappato un set mettendo più volte in difficoltà i padroni di casa. Così è successo anche al ritorno, determinati, aggressivi, ogni palla giocata come fosse l'ultima, attaccati al risultato fino al fischio finale.
1° Set: Il viaggio, l'orario pomeridiano,forse tutto questo ha influito. La ricezione non tiene e l'attacco è debole, il Belluno con i laterali Foroni e Murer mettono sotto il FaiZanè e in pochi minuti si porta sul 10 a 1.Zanè rasetta tutto e riparte. La ricezione si stabilizza l'attacco ritorna in careggiata e lentamente ci si avvicina agli avversari. Soliman da il via a una serie di cambi : Alberto Roman in battuta al posto di Baggio , poi il cambio in regia, Manzardo per Niero e Migliorin per Filippo Roman e infine Confente in battuta al posto di Casalin. La rimonta si ferma al 18 e un errore in attacco del Fai consegna il set al Belluno.
2°Set: Si riparte consapevoli del nostro valore. Gli attacchi di Filippo Roman e del nuovo opposto Sgrò danno il vantaggio e l'ottimo turno in battuta di Casalin unito ai muri di Baggio bloccano l'euforia dei Bellunesi. Il vantaggio è notevole, ci pensa ace di Filippo Roman a chiudere il parziale.
3° Set: il Da Rold ci prova con la battuta a complicare il gioco dei vicentini in particolare quella dell'alzatore Martinez autore di 4 ace totali, la ricezione fa fatica ma riesce a mettere la palla nelle mani dell'esperto Niero, l'attacco gira e i punti salgono. Il Da Rold si affida al braccio esperto del laterale Foroni, ma dietro alle prime linee c'è Lui il manuale della difesa italiana il libero Manfron. Recuperi spettacolari che danno stimolo agli attaccanti. Il set lo chiude il diagonale del solito Filippo Roman.
4° Set: Il Fai a speso molte energie e inizia a subire l'aggressività degli avversari. Soliman chiama tempo sul 4 a 7 senza successo. Martinez distribuisce molto bene il gioco e manda a punto tutti gli attaccanti. Zanè si affida sotto rete a Filippo Roman e a Baggio e il turno in battuta di Alberto Roman al posto di Casalin porta punti. Il tempo di Soliman sul 16 a 20, ottiene la svolta e si arriva molto vicini alla conquista del set. Un muro punto del Belluno e l'attacco vincente di Murer manda il tutto al quinto set.
5°Set: Ora è il Da Rold a sentire le fatiche del mach e il Fai coglie il momento. Niero distribuisce molto bene la palla e gli attaccanti vanno a nozze portando il risultato sul 8 a 4. Il cambio campo ridà forza al Belluno e Soliman sul 12 a 9 è costretto a chiamare time out. Il tutto va per il meglio e il Fai chiude l'imbattibilità del De Mas.
Qualche giorno di attesa e poi di nuovo si ritorna a Belluno mercoledi 14 febbraio alle ore 20.30 contro il Da Rold per giocarci la gara d'andata della semifinale di Coppa Veneto. Sarà un'altra battaglia.