COPPA VENETO: IL FAIZANE' SI AGGIUDICA LA PRIMA SEMIFINALE

Stampa
PDF

Urlo liberatorio: la prima è fatta!

DA ROLD LOGISTICS BELLUNO      0

FAIZANE'  VI                                       3
 
DA ROLD BELLUNO: Zanolli 6, Menegazzo 0, Tollardo 0, Da Pan n.e, Possamai 9, Gasperon 4, Martinez 3, Gallina 7, Murer 4, Foroni 10, Talamini 3, Altoè (1°L) 0, Schiano (2°L) 0. 1° Allenatore: De Battista, 2° Allenatore: Nesello.
 
Battute punto: 2, battute sbagliate: 9, muri punto: 8.
 
FAIZANE' : Roman A. 1, Vallortigara 11, Manzardo n.e, Confente n.e, Rebeschini n.e, Roman F. 17, Casalin 4, Baggio 9, Migliorin 0, Sgrò 0, Niero 3, Manfron (L) 0.1° Allenatore : Soliman, 2° Allenatore: Pettinà
 
Battute punto: 2, battute sbagliate: 7, muri punto: 8.
 
Parziali: 22-25 / 20-25 / 22-25
 
Arbitri: Vigato (PD), Paronitti (PD)
Coppa Veneto Belluno Zanè 14 02 18
 
Belluno 14 Febbraio 2018:
Ci sono gare che rappresentano il crocevia di una stagione sportiva e la gara d'andata della Semifinale di Coppa Veneto a Belluno è una di queste.Privi di Capitan Poletto, assente per un viaggio socio culturale all'estero (è coordinatore degli insegnanti in una scuola elementare), recuperato in extremis Vallortigara, di ritorno da uno stage lavorativo a Bergamo, il "veterano della panchina", Ugo Soliman, schiera una formazione inedita con i "Roman Brothers" in diagonale."Avevamo giocato al De Mas, con grande difficoltà,sabato scorso contro i bellunesi spuntandola al tie break - afferma il tecnico del FaiZanè -Essendo ancora in emergenza, abbiamo fatto una scelta precisa, provando a disputare una gara con grande disciplina tattica e una applicazione tecnica rigorosa. Sapevo che i ragazzi, che stanno facendo grossi sacrifici per incastrare impegni lavorativi e attività in palestra, si sarebbero impegnati al massimo, anche perché la posta in palio è alta. Oltretutto la data era anche particolare, e dobbiamo ringraziare mogli e fidanzate che hanno "ingoiato il rospo" e rimandato a domenica la ricorrenza di San Valentino.Ne è uscita una gara quasi perfetta, a parte qualche nervosismo nel terzo set .. Dobbiamo continuare su questa strada, perché è vietato accontentarsi. Il primo atto è andato a nostro favore, ma per accedere alla finale dovremo comunque fare una gara impeccabile in casa, senza fare calcoli, ma sviluppando al meglio il nostro gioco.
1° Set: Lo svarione di sabato scorso non c'è stato. Si prevedeva che il vantaggio iniziale partiva dal Belluno,infatti riesce a portarsi sul 11 a 8, ma Zanè è come un diesel e lentamente si avvicina al Belluno. Il pareggio arriva all'undicesimo punto con un ace di Baggio. Il Da Rold da inseguito si fa inseguitore. L'alzatore Martinez Imbecca più volte i due punti di forza i laterali Foroni e Gallina, ma la disciplina tattica del muro del Fai non lascia scampo e i punti aumentano. Il time out di De Battista sul 21 a 24 non dà la svolta e il successivo errore in attacco di Menegazzo regala il venticinquesimo punto ai vicentini.
2° Set: La battuta del Belluno meno pungente della scorsa gara ricerca più volte la zona di Alberto Roman, il laterale vicentino riesce a sostenere la ricezione, per il resto ci pensa l'esperto Niero a mandare a punto tutti gli attaccanti. Al primo vantaggio degli ospiti il tecnico De Battista sul 1 a 5 ferma il gioco, il rientro e' una continua altalena. La svolta arriva sul 13 a 10 per il Fai, quando una presunta toccata a muro non data al Belluno scatena le proteste dei padroni di casa, le parole volano e il primo arbitro sanziona con un rosso il libero Schiano.Per Zanè i punti guadagnati ridanno tranquillità ma il Da Rold non molla e resta incollato ai vicentini. La piazzata vincente di Filippo Roman porta il primo punto della serata.
3° Set: Gasato per il punto ottenuto Zanè parte in vantaggio. L'opposto Vallortigara va a segno, mentre la disciplina a muro porta punti importanti. Zanè sul 7 a 4 s'inceppa e si lascia raggiungere e superare. Soliman sul 7 a 8 corre ai ripari e chiama tempo, il proseguo è una battaglia e gli animi sotto rete si scaldano. Sul 15 pari il primo arbitro chiama i due capitani e per qualche parola di troppo sanziona con un rosso Zanolli del Belluno e Filippo Roman del FaiZanè.La battaglia continua.Cambio in battuta  sul 19 a 18 per Zanè:dentro Migliorin al posto di Baggio e sul 22 a 21 sempre per Zanè Sgrò sostituisce al servizo Casalin. Il punto finale in primo tempo di Baggio è un urlo liberatorio.
Mercoledi 28 Febbraio al Palasport di Zanè alle ore 21.00 si gioca il ritorno, chi ottiene il miglior risultato è in finale.Niente calcoli si deve dare il massimo.