IL FAIZANE' VINCE PER LA SECONDA VOLTA LA COPPA VENETO

Stampa
PDF

Straordinario il tifo dell'Onda Verde,Gara molto dura. Vittoria

dedicata a Riccardo Manzardo. 

FAIZANE'    VI                     3

BASSANO VOLLEY   VI     0

FAIZANE': Roman A. 0, Poletto 5, Vallortigara 12, Confente n.e, Rebeschini n.e, Roman F. 15, Casalin 8, Baggio 10, Perazzo n.e, Sgrò n.e, Niero 2, Manfron (1°L) 0, Simonato (2°L) n.e. 1° Allenatore: Soliman. 2° Allenatore: Pettinà.

Battute punto: 3, battute sbagliate 8, muri punto 5.

BASSANO VOLLEY: Carlesso 3, Cecchin n.e, Conte 0, Bertagnin 0, Frighetto 18, Zurlo 2, Bordignon 4, Pontarollo 2. Stragliotto 10, Sgarbossa 9, Girolimetto  n.e, Tosi (1°L) 0, Busatta (2°L) n.e. 1° Allenatore: Chemello, 2° Allenatore: Romanetto.

Battute punto: 2, Battute sbagliate: 10, muri punto: 4.

Parziali: 25-21 / 25-23 / 25-22.

Arbitri: Callegari (Paese), Bragata ( Noventa di Piave )
Finale di Coppa Veneto 2018

Cavazzale 11 Marzo 2018:
TWO IS MEGLIO CHE ONE, la scritta che risaltava sulle magliette del numeroso pubblico accorso al Palasport di Cavazzale per sostenere la squadra del cuore, il FaiZanè. I Ragazzi di Soliman rispettano il pronostico e salgono per la seconda volta ( dopo quella del 2013) sul podio di Campioni del Veneto."Chi vince festeggia e chi perde spiega" ma in questo caso iscrivere per la seconda volta il nome del FaiZanè nell'Albo d'Oro della Coppa Veneto merita una riflessione...."Ora sembra tutto facile, i complimenti si sprecano, ma dietro a questo risultato c'è un lavoro enorme - afferma il coach Ugo Soliman - La nostra squadra non è la corazzata schiacciasassi dipinta sui giornali, è una squadra operaia che ha fatto grandi sacrifici e importanti rinunce per raggiungere questo obiettivo. Il valore aggiunto è lo zoccolo duro di questo gruppo (8 su 12 erano presenti anche 5 anni fa alla finale di San Bonifacio VR). Ed è proprio la squadra con i suoi sistemi di gioco, con i suoi metodi di allenamento, con la mentalità di non mollare mai che fa crescere e migliorare i singoli, esaltandone le potenzialità individuali.Ora il percorso si fa più arduo, Fase Finale della Regular Season, Coppa Triveneto e Play Off.Concludo:Lavoro, lavoro e lavoro ..non ci sono formule magiche Di certo , questi giocatori, che appartengono al nostro ambiente sanno che la parola SUCCESSO viene prima di SUDORE solo nel vocabolario". 

1° Set: Si parte nel migliore dei modi, muro e attacco funzionano e il FaiZanè si porta sul 5 a1, Chemello corre subito ai ripari e chiama tempo. Verso la metà del set, Zanè subisce la pressione avversaria, gli attacchi vincenti dell'opposto Frighetto rosicchiano punti e il Bassano arriva a meno uno 14 a 15. L'invasione a rete avversaria regala il 16 punto al Fai. Casalin "chiude bottega" e mette punti a muro ( 3 totali in questo parziale),gli attacchi dell'opposto Vallortigara e del laterale Filippo Roman non lasciano spazio agli avversari che consegnano il set con un errore in battuta.

2°Set: Il pubblico è numeroso e il tifo è da brivido. I Ragazzi di Soliman sostenuti dall' onda verde sembrano tori scatenati, Il vantaggio è ancora del Fai, ma un paio di errori permettono al Bassano di portarsi sul 8 a 8. Il 9 a 8 lo mette a segno la schiacciata di Vallortigara e da questo momento è un continuo crescendo. L'ace di Capitan Poletto porta il punteggio sul 18 a 15. Risponde bene Bassano con il centrale Sgarbossa, ben servito dall'alzatore Zurlo, riesce ad andare sempre a punto. Ora tocca a Soliman sul 21 a 19 a chiamare time out e il rientro in campo è una vera battaglia. I primi tempi di Baggio sono sopra le nuvole e il muro avversario non può fare nulla. 23 a 22 per Zanè.Soliman cambia la battuta dentro Alberto Roman e fuori Casalin. Il Bassano fatica ma si affida ancora una volta a Sgarbossa e Frigetto, il tutto è vanificato dall'errore in battuta che come nel primo parziale consegna il set a Zanè.

3° Set: Si inizia nel perfetto equilibrio fino al 5 a 5, poi l'attacco vincente di Stragliotto porta il Bassano al primo vantaggio della serata 6 a 5. Altri scambi e le due formazioni sono di nuovo in pari 8 a 8. L'attacco di Baggio e il successivo ace dà a Zanè il 10 a 8. Le battute si fanno più pesanti, Niero distribuisce molto bene il gioco e le spettacolari difese del libero Manfron portano il Fai sul 17 a 11. L'attacco vincente di Vallortigara tocca quota 23 a 19 e il successivo muro punto di Poletto alza l'astina a 24. Sembra ormai fatta, ma i giovani del Bassano danno l'ultimo colpo di coda, puntano tutto su Frighetto che non delude e mette a segno 3 punti consecutivi. Il Time out diventa obbligatorio per Soliman e alla ripresa del gioco tutti con il fiato sospeso, in battuta c'è il temibile Frighetto ma il servizio tocca la rete e poi finisce fuori dal campo. Dal Pubblico arriva un boato e la gioia in campo è incontenibile. Il FaiZanè è per la seconda volta Campione del Veneto.

Questo successo, il gruppo lo dedica al compagno di squadra Riccardo Manzardo rimasto a casa, a causa di un grave infortunio. Oltre alla Coppa, Zanè mette nel sacco anche il premio come miglior giocatore, vinto da Filippo Roman. Ora il cammino prosegue con la Coppa Triveneto, un trofeo che a Zanè ancora manca.L'appuntamento è per il giorno di Pasquetta ( sede da definire) e spetterà al Comitato Regionale del Veneto organizzare la Finale.