SUPER FAIZANE' CONTRO SAN DONA'. STRISCIA POSITIVA CHE SI ALLUNGA.

Stampa
PDF
Tre successi consecutivi.Squadra più matura.
 
L'Olimpia Faizanè sta cavalcando un grande momento di forma, dato oggettivo dimostrato davanti al proprio pubblico nel match contro Invent Team San Donà. Terza vittoria consecutiva, terzo successo per 3-0. Tre punti che consentono il sorpasso proprio sugli ospiti e l'aggancio al Kioene Padova all'ottavo posto in graduatoria. Scacciati i fantasmi di fine 2018, il nuovo anno per il momento è da incorniciare per i verdeblu. Vietato calare la guardia, anzi, ma senza dubbio queste prestazioni seguite da altrettante vittorie ripagano giocatori e staff delle fatiche profuse sino a qui.Match contraddistinto da una grande maturità di Poletto e compagni, grande gara della rosa in toto, spiccano proprio il capitano ed il libero Manfron, oltre che a Kosmina tornato da qualche tempo a dominare. Primi due set gestiti davvero bene dagli uomini di casa, testa quasi sempre avanti, ottima anche la freddezza nel gestire i tentativi di rientro avversari. Qualche sbandamento nel terzo set, fisiologico un leggero calo di casa, ma la maturità sta proprio qua, sopperire all'offensiva ospite riprendendo alla grande il set conclusivo. Gran vittoria, ora la testa è già rivolta al prossimo impegno, sfida cruciale in quel di Portogruaro.

Zane  san dona 09 02 19

FAIZANE'  VI                      3

INVENT SAN DONA'  VE   0

OLIMPIA FAIZANE' [3]: Roman A. 1, Poletto 8, Vallortigara, Roman F. 6, Casalin, Baggio 6, Migliorin, Kosmina 15, Piazzetta 7, Zorzi, Niero 6. Manfron (1°L), Simonato (2°L). 1°All. Soliman. 2° All. Pettinà

Ace: 3, Battute Sbagliate: 7, Muri punto: 10.

SAN DONA' INVENT TEAM [0]: Squarzon 4, Pegoraro 15, Bettin, Gasparini 1, Esposito 1, Mian 9, Polo, Piazza 1, Palmarin 6, De Angelis 1. Cadamuro (1°L), Martingnago (2°L)All. Cruciani.

Ace: 4, battute Sbagliate: 16, Muri punto: 2.

Parziali: 25-21 | 25-17 | 25-22 |

Arbitri: Benedetti -Bertossa.

Spettatori: 75 circa.

1° Set: Zanè che giunge al primo set con il vento in poppa dato dal recente doppio successo, importante giocare con la testa soprattutto nei primissimi punti, missione che riesce ai ragazzi di Soliman, ottimo il piazzato di Niero per l'iniziale 3-1. Rientro ospite che arriva però attacco di Mian e muro di Esposito valgono il 6-7. Non ci sta Zanè che ritrova subito la testa della gara, gran lavoro a muro, condito dall'ace di Baggio, 11-8. Sembra poter gestire Zanè, ma San Donà non ci sta e ricuce nuovamente, Mian proprio come Baggio prima ace e poi errore in battuta, Kosmina a muro e timeout ospite sul 13-10. Tenta la fuga Zanè, ma non ci riesce pur non consentendo agli ospiti nemmeno di impattare il punteggio. Pegoraro posa l'attacco del 20-19 guizzo finale però tutto di casa, Piazzetta e Poletto firmano il parzialino, muro decisivo di Baggio per il 25-21 finale.

2° Set: San Donà vuole dimostrare il proprio valore, ottima partenza degli uomini di Cruciani che volano sul 2-5. Soliman non ferma la gara, convinto che i suoi possano risalire la china ed ha ragione, gran break Olimpia, Poletto e Piazzetta portano Zanè sull'8-5. Tentenna San Donà, Kosmina non si lascia intenerire due attacchi ed un ace all'interno del filotto che costringe Cruciani a fermare la gara, 15-10 il parziale. Non arriva la riscossa ospite, anzi si allarga la forbice tra le squadre che tocca il massimo, +8 sul muro di Niero del 22-14. Vantaggio che consente a Zanè di ricevere ed attaccare senza dover strafare, Kosmina trova gli attacchi vincenti finali, 25-17 e 2-0 Zanè. Notevole Pegoraro tra gli ospiti con ben 7 punti a referto per i suoi.

3° Set: Appare un ossimoro, ma non è facile nemmeno gestire alcuni momenti in cui sembra andare tutto bene, entusiasmo palpabile tra le fila di casa, obbligatorio però tenere la concentrazione per il terzo e decisivo set, fondamentale chiudere la gara senza dare spazio agli ospiti di rientrare. Sembra inizialmente andare così, doppio errore ospite e 3-1 Zanè. San Donà ha dimostrato di essere dura a morire ed infatti rientra, due ace in battuta ricuciono il gap, Zanè per la prima volta spaesato, 4-6. San Donà mantiene il vantaggio osciallando tra l'uno ed i due punti di vantaggio, l'attacco di Mian vale l'11-13. Non si assorbono sensazioni positive, ma Zanè fa la cosa più importante del match e rientra di gran carriera, a punti quasi tutto il quintetto, piazzato di Niero ed attacco di Pippo Roman, si va sul 17-15, altro timeout ospite. Questa volta la pausa sortisce più effetto San Donà c'è, ma Zanè ha ripreso colore, spalla a spalla sino al 20-20. Attacco di Piazzetta per il 21-20 e poi la giocata del match, Alberto Roman entra per cercare una battuta propizia, ace dell'uno di casa, seguito dall'attacco di Kosmina, 23-20 che segna il parziale decisivo. Vittoria e tre punti sanciti dall'errore in attacco di Squarzon. Decisivi anche gli errori in battuta degli ospiti, ben otto.